tel: +39 0925 456789 - email: info@itervitis-magon.eu

Il Progetto

MAGON “Le chemin de la vigne méditerranéenne sur le traces de Magon entre la Sicile et la Tunisie” è un progetto cofinanziato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia 2007-2013 che prevede la realizzazione di un circuito turistico-culturale transfrontaliero basato sulla valorizzazione combinata del patrimonio archeologico, della cultura del vino e delle tradizioni enogastronomiche mediterranee.

Il progetto intende mettere in rete i territori della Sicilia occidentale tra l’antica città di Selinunte e la sua Chora, caratterizzati da una delle più vaste concentrazioni di vigneti d’Europa, e i luoghi tra Cartagine e Kerkouane, due siti archeologici riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, nei quali hanno origine i vini delle più rinomate AOC nel nord est della Tunisia.

Il circuito turistico culturale è intitolato all’agronomo cartaginese Magon, il grande studioso che dedicò la propria vita a raccogliere e sistematizzare, utilizzando un approccio scientifico, i saperi agronomici dell’antichità che sono ancora oggi alla base della moderna scienza agraria.

Il senso dell’itinerario è quello di promuovere la cultura del vino come radice comune dell’identità dei popoli che abitano le due sponde del Mediterraneo, espressione di un’esperienza millenaria che risale al mondo classico greco e punico, e si realizza attraverso la promozione congiunta di territori di antica tradizione viti-vinicola. Luoghi unici e irripetibili, in cui il saper fare dei vignaioli ha plasmato l’aspetto dei luoghi e l’orizzonte culturale delle civiltà.

Questa è dunque la chiave che consente di aprire le porte della conoscenza non solo sui paesaggi agrari e sul sapere tecnico-scientifico legato alla viticoltura, ma anche sui paesaggi culturali comuni alla Sicilia e alla Tunisia, dove siti archeologici e museali di rara bellezza testimoniano ancora oggi la rilevanza della cultura del vino nella vita delle popolazioni che per secoli hanno abitato la frontiera tra Selinunte e Cartagine, intessendo una fitta e feconda rete di rapporti commerciali, culturali e religiosi prima di essere inglobati nello spazio comune dell’Impero di Roma.

Il circuito Magon farà parte dell’Itinerario Culturale “Iter Vitis – Les chemins de la vigne” riconosciuto dal Consiglio d’Europa il 15 maggio 2009, che attraversa i territori del vino dal Caucaso all’Atlantico in un percorso caratterizzato da una straordinaria varietà di ecosistemi e regioni viticole lungo 13 Paesi (7 membri dell’Unione Europea e 6 non aderenti).

Dati di progetto
Il progetto 2AS1.1/010 – MAGON è stato cofinanziato nel quadro dello Strumento delle Politiche di Vicinato dell’Unione Europea Instrument Européen de Voisinage et de Partenariat (IEVP) e del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia – Tunisia 2007 – 2013 www.italietunisie.eu

Asse 1: Développement et intégration régionale
Misura 1.1: Développement et intégration des filières économiques

Importo: € 784.471,04
Beneficiario italiano: € 463.693,28 (contributo = 402.293,22)
Partner tunisino: € 320.777,76 (contributo = 274,340,85)
Durata prevista del progetto: 18 mesi – scadenza 30 giugno 2015.